887069281984531
top of page

夏 - PER UN'estate TUTTA GIAPPONESE...

SCOPRI COME COMBATTERE IL CALDO ESTIVO!


La vetrina di Luglio non poteva che essere dedicata all'estate. L'estate, chiamata Natsu acquista un fascino particolare, dove i giapponesi si lasciano alle spalle un pò di formalità per concedersi un abbigliamento più consono alla stagione e che li protegga dal caldo umido davvero pesante.

Il kimono di seta lascia spazio allo yukata di cotone, dai suoi colori sgargianti per le donne e più sobri per i maschietti, ma sempre leggero in cotone o misto canapa. Le calzature di legno geta, che sbattono sul selciato con il tipico "toc toc" inconfondibile, si sentono in tutta la nazione anche nella moderna Tokyo. A Kyoto poi, nel quartiere di Gion sembra di assistere ad un concerto di percussioni...



Passeggiando per le vie e sopratutto visitando i templi troviamo i campanelli Furin che vengono appesi per catturare l'anima del vento facendo esaudire i desideri di coloro che compilano il tanzaku, il fogliettino appeso sotto il campanello. Molti sono in ghisa, altri in vetro e magari dipinti a mano, altri ancora in ceramica come quelli dedicati al Monte Fuji. Il suono è diverso, la consistenza pure ma tutti servono allo stesso scopo: chiedere al vento di esaudire un desiderio....



Quando il caldo si fa estremo tutti i giapponesi, uomo compreso, estraggono dalla borsa estiva, chiamata kinchaku, un bellissimo ventaglio e via a farsi aria. Ce ne sono per tutti i gusti e per tutti i gradi di formalità, in fondo l'eleganza giapponese si riconosce anche per questi dettagli. Da quelli in stoffa sintetica a quelli realizzati in cotone da yukata per passare a quelli tipici di Kyoto creati artigianalmente in bamboo e rivestiti di doppio strato di carta dipinta o stampata su apposita superficie con i disegni tradizionali dedicati alla natura.


In estate non possono mancare le zanzare, anche il Giappone non ne è escluso. Ma ecco che spunta, come ogni anno, un bellissimo Katoributa a forma di maialino nel quale inserire uno zampirone. "Katori" significa infatti catturare le zanzare e "buta" significa maiale: il maiale che cattura le zanzare sbuffando il fumo dalla bocca e dagli orifizi creati per diffonderlo. Si posiziona in genere nell'engawa insieme al furin, ovvero quella balconata tra la casa e l'esterno molto apprezzata in estate dove sedersi mangiando una bella fetta d'anguria o una granita kakigori.

Nel vediamo l'ora di trascorrere le prossime ferie in un bellissimo Ryokan dove speriamo di trovare un katoributa che ci protegga dalle punture mentre ci gustiamo un bagno nell'ofuro esterno della camera....Vi racconteremo!



 

ORARI ESTIVI!


ll negozio resterà chiuso per ferie dal 30 luglio al 27 agosto compresi.

Per gli acquisti online, le spedizioni riprenderanno il 28 agosto.


Buone vacanze a tutti! 良い夏休み Yoi natsuyasumi!


Con affetto, matane! (a presto)

I Sakurini

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page