• Info Spedizioni
  • Dove siamo

MATERIALE: seta
TECNICA: yuzenzome
MISURE: circonferenza 104 x h 157 cm
CONDIZIONI: molto buone anni'80

Kimono "NOSHI"

€ 198,00Prezzo
  • Descrizione Articolo

    Kimono tsukesage semi formale in morbido crespo di seta rinzu (jaquard) a fondo grigio perla, raffigurante serie di nastri noshi ben auguranti e motivi floreali, tutti realizzati con disegno manuale creato con tecnica kaga-yuzen (disegno e tintura manuale a riserva tipico della città di Kanazawa).

    Datazione periodo Heisei anni '80 in ottime condizioni.

    Provenienza Kyoto.

     

    Lavabile con cautela a secco - proteggere dai raggi solari diretti - stirare a bassa temperatura frapponendo un panno umido.

     

  • Prodotti Abbinabili:

    OBI, ZORI-GETA, TABI

  • Il kimono: un pò di storia...

    In Giappone è l'abito per eccellenza, ma non solo: è un linguaggio non verbale, pura arte della seduzione. Il fascino sta nel mistero di quello che si cela e nella grazia dei movimenti. Ecco perché le fodere dei kimono sono altrettanto o, addirittura, più preziose della parte esterna: simboleggiano l'anima della donna, la parte più bella ma nascosta, che viene mostrata solo alle persone più importanti. Nulla è lasciato al caso: dalle stoffe di cui è composto ai colori scelti, dai simboli rappresentati alla lunghezza delle maniche.

    Osservando il kimono si può risalire al periodo storico, la stagione, il livello di formalità e la natura dell'evento in cui è stato indossato, l'età, lo stato civile e il rango di chi l’ha indossato. 

     

    Kimono: curiosità

    • Tradizionalmente parlando, le donne nubili indossano un kimono con maniche estremamente lunghe che toccano quasi terra e si chiama furisode.

    • Di norma, i kimono fatto a mano da un esperto può costare molto, perché pregiato, ma si trovano, ormai, anche versioni economiche.

    • I kimono da uomo si trovano di varie taglie, mentre da donna sono taglia unica. Devono essere adattati alla forma del corpo femminile, giocando con i drappi del tessuto.

    • I kimono autentici si realizzando come la tradizione comanda: si estraggono da un singolo rotolo di stoffa chiamato tanmono, largo circa 35 cm e lungo circa 12/14 metri.

    • Originariamente i kimono venivano cuciti e decorati a mano. I motivi degli ornamenti potevano essere uguali o alternati e si realizzano con pasta di risopittura a mano o con lo shibori, una tecnica che consiste nell’immergere la stoffa in una vasca di tintura e manipolarlo, per creare una fantasia unica.

    • Con il kimono ai piedi si indossano gli zori, simili alle nostre infradito e i geta, infradito col tacchetto con i tabi, i famosi calzettini.