MATERIALE: seta rinzu
TECNICA: yuzenzome/bokashizome
MISURE: circonferenza 120 + sovrapposizione x h 160 cm
CONDIZIONI: ottime  anni'70

Kimono giapponese " 唐花 KARABANA"

€ 232,00Prezzo
  • Descrizione Articolo

    Kimono tsukesage formale in morbida seta rinzu. Jaquard color azzurro polvere con fili lucenti inseriti nella trama. Pattern con composizioni floreali dette karabana realizzate con disegno manuale creato con tecnica Yuzen (disegno e tintura manuale a riserva).Le sfumature di colore sono realizzate anch'esse a pennello con la tecnica Bokashizome.

    Datazione periodo Heisei anni '70 in ottime condizioni.

    Provenienza Kyoto.

     

    Lavabile con cautela a secco - proteggere dai raggi solari diretti - stirare a bassa temperatura frapponendo un panno umido.

     

  • Il kimono: un pò di storia...

    In Giappone è l'abito per eccellenza, ma non solo: è un linguaggio non verbale, che parla di pura arte seduttiva. Il fascino sta nel mistero di ciò che si cela e nella grazia dei movimenti. Ecco perché spesso le fodere dei kimono sono altrettanto o, addirittura, più preziose della parte esterna: simboleggiano l'anima della donna, la parte più bella ma nascosta, che viene mostrata solo alle persone più importanti. Nulla è lasciato al caso: dalle stoffe di cui è composto ai colori scelti, dai simboli rappresentati alla lunghezza delle maniche.

    Osservando  kimono si può risalire al periodo storico, la stagione, il livello di formalità e la natura dell'evento in cui è stato indossato, l'età, lo stato civile e forse anche il rango di chi lo porta. 

     

    Kimono: curiosità

    • Tradizionalmente parlando, le donne nubili indossano un kimono con maniche estremamente lunghe che toccano quasi terra detto furisode.

    • Di norma, i kimono fatto a mano da un esperto può costare molto, perché pregiato, ma si trovano, ormai, anche versioni più economiche.

    • I kimono autentici si realizzano come da tradizione da un singolo rotolo di stoffa chiamato tanmono, largo circa 35 cm e lungo circa 12/14 metri.

    • Originariamente i kimono venivano cuciti e decorati a mano. I motivi degli ornamenti potevano essere uguali o alternati e si realizzano con la tintura a riserva colorando il tessuto  a mano o con lo shibori, una tecnica che consiste nell’immergere la stoffa legata in una vasca di tintura creando fantasie uniche.

    • Con  kimono, ai piedi, si indossano gli zori,e i geta, unitamente ai tabi, i famosi calzettini con l'alluce separato.